Privacy e Cookie

Cookie

Cosa sono i cookie

Un cookie è un piccolo file di testo che viene creato all’interno del computer di chi visualizza un sito web allo scopo di registrarvi alcune informazioni relative alla visita nonché di creare un sistema per riconoscere l’utente anche in momenti successivi. Questo avviene in modo automatico rileggendo le informazioni contenute nel cookie. In pratica possiamo dire che i cookie sono una sorta di “memoria” attraverso la quale un sito web riesce a riconoscere uno specifico utente e ad associargli delle informazioni di varia natura e per differenti finalità.

E’ bene precisare che un sito Web può impostare un cookie sul browser dell’utente solo ed esclusivamente se le preferenze configurate per quest’ultimo lo consentono e che il browser può consentire a un determinato sito Web di accedere solo ed esclusivamente ai cookie da esso impostati e non a quelli impostati da altri siti Web in quanto, come detto, il cookie è un sistema di collegamento tra uno specifico sito web ed uno specifico utente.

I cookie carpiscono informazioni su di me?

I cookie sono uno strumento tecnico essenziale per corretto funzionamento di quasi tutti i siti web esistenti: se non accettate i cookie, ad esempio, vi sarà impossibile prenotare sia su questo sito che su tutti gli altri. E’ bene essere molto chiari in merito perché si sta creando una grande confusione sull’argomento.

Per rendercene conto è sufficiente un piccolo esperimento: proviamo a bloccare – attraverso le impostazioni del browser – tutti i cookie, dopodiché proviamo a navigare e ad utilizzare i nostri servizi on-line preferiti. Basterebbero pochi minuti per renderci conto che, senza i cookie, non ci sarebbe possibile accedere a Facebook o alla nostra webmail preferita, utilizzare il nostro home-banking ne fare moltissime altre cose.

La capacità dei cookie di identificare un utente e di associargli delle informazioni, infatti, è stata concepita per finalità tecniche molto importanti e non certo per poter tracciare un profilo della personalità e delle abitudini dell’utente di Internet: quest’ultima finalità, in un certo senso, può e deve essere vista come l’eccezione alla regola, essendo i cookie uno strumento nato per tutt’altro scopo. Questo sito, ad esempio, memorizza la scelta della lingua fatta dagli utenti che, alla prossima visita, verrà automaticamente preimpostata proprio rileggendo il cookie.

Per fare un altro esempio si pensi che qualunque sito abbia integrato un sistema di statistiche come quello di Google Analytics (anche questo sito lo utilizza) o un plugin sociale come quello di Facebook (si pensi al classico pulsante “Mi piace”) trasmette, spesso senza nemmeno saperlo, dei cookie di terze parti ai propri utenti fungendo da tramite mediante le proprie pagine web.


Quale è lo stato attuale?

In pratica tutti cliccano ok senza neanche leggere il testo che informa dell’esistenza dei cookie, nessuno sa cosa siano e chi realizza un sito o gestisce un piccolo blog rischia multe esagerate. L’esito di questa normativa, secondo me, è stato pessimo: l’utente si è abituato a premere ok senza leggere neanche cosa approva, abbassando il livello di guardia. Piccoli blogger incapaci di gestire le continue richieste normative hanno chiuso le loro pagine web.